• Escursionismo Estivo

COLLE DELLA BESSA E CAPPELLA DEI TRE DENTI (1343 m)


COLLE DELLA BESSA E CAPPELLA DEI TRE DENTI (1343 m) - 14-05-2017 ESCURSIONISMO ESTIVO

Descrizione

Gita molto panoramica nel Parco Naturale dei Tre Denti. Stupiscono  la bellezza dell'ambiente naturale  ed i silenzi,   a così poca distanza dal capoluogo piemontese . 

Località di partenza: Cantalupa, San Martino

Quota di partenza: 583 m

Quota di arrivo: 1170 m (Colle della Bessa)

Quota di arrivo: 1343 m (Cappella dei tre denti)

Dislivello: 760 m

Difficoltà: EE

Tempo di salita: 3,5 h

Tempo totale: 6 h

Ritrovo: c/so ex Maffei-  c.so Regina Margherita angolo c.so Potenza ore 07:00

Partenza: h. 7:15

Rientro previsto: h. 17:00

Mezzi: Auto proprie

Iscrizioni: venerdì h. 21 Monte dei Cappuccini¹

Costi: 3.00 € (spese organizzative) *

*NOTA: La Sottosezione U.E.T. del Cai Torino raccomanda, per i partecipanti non soci, la

copertura assicurativa infortuni (€ 5,58 al giorno) e Soccorso Alpino (€ 2,23 al giorno). L’iscrizione all’uscita deve essere fatta entro il giovedì precedente l’escursione, comunicando
data di nascita e indirizzo.

Cartografia:

IGC foglio nr. 17, scala 1:50000, “Torino, Pinerolo e Bassa Val di Susa”

foglio n.6,scala 1:25000,della Fraternali "Pinerolese e Val Sangone"

Guide: “I più bei sentieri segnalati della Provincia di Torino” Zangirolami – Furio Chiaretta – BLU edizioni

Abbigliamento: pedule con suola in ottime condizione, pantaloni lunghi, pile, giacca a vento, copricapo, protezione solare, zaino, borraccia, mantella o ombrello in caso di maltempo. Utili i bastoncini telescopici.

Accesso stradale:

Si percorre La SS 589 fino al bivio per Frossasco svoltando a destra si raggiunge e si attraversa la bella cittadina contornata da mura e si continua diritto verso Cantalupa. Alla biforcazione presso le prime case si va sul ramo di destra, seguendo i cartelli per San Martino e “Pro Senectute” che guidano anche nei bivi successivi. Svoltando a destra si attraversa il ponte sul Noce; da qui la strada sale a curve e al successivo pilone votivo (piazzale) si gira a sinistra in via San Martino. La strada continua tra prati e villette, ma dopo una curva a sinistra si continua superando la stretta via IV novembre (l’attacco del sentiero) fino a trovare un parcheggio lungo la carreggiata.

Punti rifornimento acqua:

Si incontra un distributore SMAT appena prima della via San Martino. Lungo il percorso si trova la fontana Ellena (dopo circa 2 ore di cammino)  

Percorso

A piedi si sale per la via IV novembre, tra castagni e casette, scorgendo presto a sinistra, nei prati, la chiesetta di S.Martino. Poco dopo si trova un bivio: si lascia la via che pianeggia verso un rio e si sale a sinistra sulla stradina (a destra si nota una sbarra con cartello di divieto di accesso e area videosorvegliata) che poco oltre piega a destra e pianeggia nel bosco. Con pochi passi si supera una sbarra e si trova a destra l'inizio del sentiero 051 (cartello). Quest'ultimo si alza in diagonale nel bosco e,dopo un tratto un po' franato, esce su un costone, che segue per pochi metri, poi piega a sinistra. Con salita prima dolce, poi più accentuata, il sentiero si alza in un valloncello boscoso ed esce su una sella da cui appaiono le pareti dei Tre Denti. II sentiero continua a mezza costa verso un rio, che raggiunge in piano; subito dopo il guado si alza ripido a zig-zag sulla sua destra orografica, nel fitto bosco, quindi piega a sinistra e raggiunge un panoramico sperone (scorcio su pianura e Tre Denti), dove appare un altro vallone verso cui ci si dirige con salita diagonale. Giunti presso il rio, il sentiero lo costeggia con ripida salita, poi lo attraversa e guadagna quota nel bosco con stretti zig-zag e qualche gradino infisso nella roccia per facilitare il cammino. Poi il sentiero si riduce a una traccia che sale ripida in un umido valloncello; il tratto è faticoso, ma presto si raggiunge la fresca Fontana Ellena, attrezzata con un tavolo e alcune panchine per il pic-nic. Qui il sentiero piega a destra e, di nuovo ben evidente, sale in trincea tra grandi faggi per uscire sul Colle Rumiano, noto anche come Colle della Bessa (1170 m).

Al colle si va a sinistra (nordovest). Sul sentiero 002 che si alza via via più ripido nella faggeta. Un breve tratto a mezza costa in lieve discesa concede un attimo di respiro, poi riprende la salita, a zig-zag tra alberi e roccioni, con alcuni gradini in ferro nei tratti più ripidi. Si giunge così a un bivio: si abbandona il sentiero principale (che continua a mezza costa addossato alla paretina di roccia) e si gira a sinistra sul sentiero 002 che sale ripido con gradoni scavati nella roccia e in seguito per placche poco inclinate, portando subito alla Cappella costruita sulla vetta del Dente orientale (1343 m): il panorama sulla pianura pinerolese e sulle pareti dei Tre Denti è vasto e aereo.

Il ritorno sul percorso di salita fino alla fontana Ellena. Da qui si segue una traccia sulla destra appena dopo la fontana che ci porta attraverso il bosco - direzione EST - lungo una via non tracciata, fino alla carrozzabile forestale che incrocia a quota 1020m circa. Si segue la carrozzabile verso SUD fino al bivio a quota 710 m circa. Qui si prende il ramo a sinistra e si cammina fino ad attraversare un caratteristico ponte sopra il torrente Noceto, proseguendo fino ad incontrare la parte iniziale del sentiero seguito per la salita. Da qui, a ritroso, si arriva alle macchine.

Accompagnatori:     

Luigi Bravin – AE                   335 80 15 488

Giuseppe Previti - ASAG      349 36 80 945

Mauro Zanotto - a.a.            340 14 27 092

Alberto Mura - ASE               335 81 40 586  


Photo Gallery

Back to top