• Escursionismo Estivo

Terra Nera (3100 m) da Grange Thuras


Terra Nera (3100 m) da Grange Thuras - 14-07-2019 ESCURSIONISMO ESTIVO

Descrizione

Il nome è dovuto ai detriti di colore scuro che ricoprono i versanti della montagna. Questa cima è una meta di grande soddisfazione, un "tremila" che si sale senza alcuna difficoltà e senza troppa fatica, e che regala belle vedute da una parte e dall’altra della frontiera. Come la vicina Dormillouse, la Terra Nera è una classica dello sci alpinismo, ed è quindi frequentata tanto d’estate quanto d’inverno. La salita avviene preferibilmente dalle Grange Thuras lungo il sentiero che, inizialmente poco individuabile, risale prima un bel pendio boscoso e poi una cresta. Con un piacevole percorso panoramico si perviene velocemente alla sommità.

                   Organizza  il 14/07/2019

 ESCURSIONE alla cima TERRA NERA (3100 mt)

 

Località di partenza: Grange di Thuras 1948 mt

Località di arrivo: Terra Nera 3100 mt                                                    

Dislivello: 1152 mt                    

Difficoltà : E (Escursionisti)     

Tempo di percorrenza: 5-6 ore      

Ritrovo: ore 5.45  in c.so Regina Margherita ang.c.so Potenza (ex istituto Maffei 

Partenza: ore 6.00

Rientro previsto: indicativamente ore 19.00

Mezzi di trasporto: auto proprie

Equipaggiamento:                    

La gita si svolge su sentiero segnalato. Sono indispensabili: pedule o scarponi efficienti, pantaloni lunghi, pile, giacca a vento, mantella o ombrello in caso di maltempo, cappello, occhiali da sole, crema solare, zaino, borraccia. Utili i bastoncini telescopici.

Punti acqua lungo il percorso: nessuno, quindi, considerando la lunghezza del percorso che faremo, portare con sé non meno di 2 litri di acqua per idratarsi

Iscrizioni: entro venerdì 12 luglio 2019       

Costi: 3 euro(spese organizzative*)

*NOTA La Sottosezione UET del CAI TORINO raccomanda per i partecipanti non soci la copertura assicurativa infortuni ad euro 5,57 al giorno e la copertura "soccorso alpino" ad euro 3,00 al giorno. Per i non soci l'iscrizione  deve essere fatta entro il giovedì precedente l'escursione, comunicando data di nascita ed indirizzo.

Accompagnatori:

AE/EAI DOMENICA BIOLATTO  348 4024822

AE/EAI LUIGINO BRAVIN           338 8800696

ASE VALTER INCERPI                  338 2349550

AA MAURO ZANOTTO                340 1427092 

Cartografia: IGC 1:50000 foglio n°1 Valli di Susa, Chisone e Germanasca                                                                                   

Percorso stradale:  

Da Cesana Torinese si seguono le indicazioni per Bousson. Se si proviene da Sestriere si seguono prima le indicazioni per Sauze di Cesana e poi per Bousson. In Bousson, si imbocca la strada per la località di Thures e la si percorre fino ad un tornante sotto l'abitato. Si lascia la strada principale e si imbocca la sterrata che si inoltra nella valle del Thures. Dopo qualche chilometro si attraversa l'abitato di Rhuilles e subito dopo si trascura la strada che, sulla destra, attraversa il torrente Thures. Si continua fino alle Grange (diroccate) di Thuras, dove si lascia la vettura nei pressi di un ponte inagibile (q. 1947 m, circa 5 km da Thures). La strada continua ma ne è vietato il transito.

Attenzione!!! Poco più di 1 km dopo Rhuilles (q. 1724 m) la strada inizia a salire effettuando una serie di stretti tornanti e pur essendo in buone condizioni sono presenti nel percorso numerose canaline per lo scolo dell'acqua molto alte. Si consiglia di procedere solo con autovetture alte e medio-piccole.

 

Percorso:

Imboccate la strada, non più percorribile in automobile (divieto di accesso), lasciandovi sulla destra un ponte inagibile che attraversa il torrente Thures. La strada sale leggermente per poi scendere ed attraversare il torrente con un ponte in legno a monte (circa 160 m) di quello interrotto. Continuate sulla strada per circa 750 m fino ad un'indicazione per il "Monte Terra Nera" (q. 1998 m).

Imboccate il sentiero, che per prati, effettua una diagonale in direzione sud. Il sentiero in questo tratto non è molto marcato e le indicazioni segnavia (bianco-rosse) sono rade. Successivamente il sentiero entra in un bel bosco di conifere per risalire rapidamente fino ad un colletto a quota 2436 m a sud del Monte Clausis dove incontrerete ampi pascoli.

Il sentiero svolta a sinistra (S-S-E) rimanendo sul pianoro tra le pendici ed un torrente (non fatevi ingannare dalla traccia del bestiame che si accentra nei pascoli). Proseguite per qualche centinaia di metri. Poi, per evitare un leggero rilievo, attraversate temporaneamente il torrente per poi tornare sulla sua sinistra orografica (le tracce di sentiero sono nuovamente poco marcate e bisogna fare affidamento alle rade indicazioni segnavia sulle pietre). Percorre l'ultimo tratto del pianoro tenendosi nei pressi del torrente appena attraversato. Risalite sul filo di cresta una collinetta erbosa ed al suo termine mantenete la stessa direzione fino a qualche decina di metri dalla pietraia per poi deviare leggermente a sinistra.

Risalite la pietraia portandosi fino in cresta, utilizzando per orientarsi le indicazioni segnavia e gli ometti (non esistono tracce di sentiero). Tenetevi sulla cresta per poi spostarsi decisamente a destra per superare uno sbalzo di roccia che da l'impressione del termine della salita.

Giunti su di un breve pianoro, percorretelo con una leggera diagonale a sinistra e salite mantenendo la stessa direzione ma senza raggiungere la cresta. Quando la croce di vetta è ben visibile deviate decisamente a destra fino alla punta.

Discesa seguendo il percorso di salita.

 

Si fa presente che il raggiungimento della meta terrà conto delle condizioni meteo del momento e sarà deciso ad insindacabile giudizio degli accompagnatori.


Back to top